Arredare una casa in stile moderno: ecco i consigli

Cambiare abitazione è sempre un avvenimento che segna un passaggio importante nella nostra vita, ed è normale desiderare il nuovo ambiente quanto più simile ai nostri desideri e, in un certo senso, anche a noi stessi. Al di là dell’ambiente scelto, la bellezza dell’arredarlo risiede proprio nella possibilità di farlo nostro, proiettare su esso ed in esso la nostra personalità per renderlo più personale che mai. Negli ultimi anni, la tendenza assolutamente più in voga per il mondo degli arredamenti è certamente quella dello stile moderno.

Ma questa definizione è vasta, e presa così può significare tutto e niente. Quali sono i principi a cui fare riferimento per essere certi di star dando vita ad un prodotto (l’ambiente) in perfetto stile moderno? Che costa caratteristica questa corrente che ormai domina i nostri giorni? Andiamo ad elencarne alcuni dei principi chiave, provando talvolta anche a specificare in quali stanze andrebbero meglio determinati elementi.

Arredamento in stile moderno: materiali, colori e dettagli

Cominciamo con un assunto generale: lo stile moderno si è ormai evoluto in maniera tale da arrivare a miscelarsi fino a fondersi totalmente con quello minimalista tipico della nostra epoca. Si tratta di una tendenza fortemente in contrasto con il passato, se paragonate: anche a livello di materiali e di colori utilizzati.

Dal punto di vista dei materiali vengono privilegiate superfici assolutamente uniformi, che riducano al minimo o direttamente non presentino alcun tipo di discontinuità o imperfezione. Materiali semplici e non sfarzosi, anzi quanto più minimalisti. Che poi, all’occorrenza, possono essere trattati di modo da rendere un effetto lucido e raffinato, ma mai eccessivo: superfici brillanti sì, ma pur sempre omogenee. Questo riguarda qualsiasi dettaglio dell’arredamento, ma in generale si può fare lo stesso discorso anche per i pavimenti.

In entrambi i casi, vengono comunque accettate le varie possibilità offerte dal legno trattato e lavorato, che si fonde molto bene al carattere elegante e abbastanza neutro del resto degli elementi. Altri due materiali utilizzati con grandissima frequenza sono l’acciaio ed il vetro. per quanto riguarda invece porte e finestre per arredare casa, il discorso da fare è il medesimo, sia per quanto riguarda i materiali che per l’argomento colori, che andiamo ad affrontare adesso.

Fondamentale l’utilizzo di colori netti, ben definiti e molto spesso neutri: le altre pigmentazioni non sono affatto vietate, ma i più utilizzati in assoluto sono il bianco, il nero ed il grigio. Colori che si sposano perfettamente con gli elementi metallizzati o di legno, e che garantiscono un’idea di luminosità e pulizia, anche nelle linee: quasi sempre regolari, rifinite e talvolta addirittura geometriche. Così anche cardini della casa, come ad esempio letti o divani. Elementi che possano formare un contrasto cromatico che resti, però, sempre nei confini dell’eleganza e soprattutto del minimalismo: piacevole alla vista ma non esagerato.

Le caratteristiche dei vari ambienti

Proviamo adesso a descrivere i vari ambienti delle case in stile moderno, con le rispettive caratteristiche. Sicuramente il principale elemento da sottolineare riguarda la zona giorno, sempre realizzata andando a creare un grande open space. Lo spazio cucina si caratterizza invece per la presenza quasi fondamentale di una penisola o anche un’isola.

Passando alla camera da letto, la parola d’ordine è semplicità. Nei colori ma soprattutto nelle forme, e nell’armonia che si crea tra loro: il letto può avere un ruolo da protagonista ma non devono esserci troppi elementi in contrasto, anzi i colori di pavimento e parete di fondo (o di tutte le pareti) devono andare a valorizzare proprio l’elemento principale della stanza. Infine, i bagni: anche in questo caso il carattere deve essere fortemente minimalista.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *